Ultraformer® III

Ultrasuoni per lifting e rassodamento

Che cos’è?

HIFU – UltraformerIII® è un macchinario che permette il trattamento non invasivo dei cedimenti tissutali di viso e collo e per il trattamento delle adiposità localizzata del corpo, utilizzando la tecnologia HIFU (High Intensity Focused Ultrasound: ultrasuoni focalizzati ad alta intensità).

Che macchinario si utilizza?

Utilizziamo il macchinario di Classys®, Ultraformer III®, autorizzato da KFDA e CE MDD.

Come funziona?

Il sistema UltraformerIII® consegna sulla pelle, attraverso manipoli che agiscono a diverse profondità, una bassa quantità di energia a ultrasuoni focalizzata ad alta intensità. Il calore degli ultrasuoni stimola la contrazione dei tessuti e la formazione, nel giro di circa 30 giorni, di nuovo collagene; con gli appropriati trasduttori per il corpo, scioglie gradualmente il grasso in eccesso. Questo consente di ottenere un lifting ed un rassodamento progressivo non invasivo su diversi tessuti, dal derma superficiale alla fascia muscolare, ottimizzando i risultati.

Quali indicazioni ha?

E’ indicato nella cura della lassità cutanea di viso, collo, décolleté, braccia, e per la riduzione delle adiposità localizzate del corpo.

In cosa consiste il trattamento?

Si stabilisce alla visita medica preliminare l’indicazione al trattamento e la ragionevole aspettativa dei risultati ottenibili, il numero di sedute, nonché i manipoli da utilizzare a seconda dei piani tissutali su cui è più opportuno lavorare, dalla superficie in profondità, e il numero degli impulsi necessari. Il trattamento dura circa 20-40 minuti, a seconda dell’estensione della zona, e l’area viene sottoposta a successivi passaggi con uno o più manipoli, ognuno dei quali indirizza gli ultrasuoni attraverso la cute fino al livello di profondità in cui si desidera che avvenga la focalizzazione e l’effetto terapeutico.

In genere il trattamento è ben tollerato, se non indolore E’ possibile, in determinate aree, provare dolore, mentre gli ultrasuoni vengono emessi. La sua entità dipende dalla soglia di sensibilità individuale.

Se necessaria, una seconda seduta si può effettuare dopo 1 mese, mentre la terza dopo 2 mesi circa.

I risultati sono visibili subito per l’effetto tensore creato, ma migliorano gradualmente e si consolidano nei successivi 60-90 giorni: il nuovo collagene si forma in 30-90 giorni e ottimizza il risultato.

Nel trattamento dell’adiposità localizzata possono essere necessari fino a 5 trattamenti, distanziati di 2/3 settimane uno dall’altro.

Quali sono i postumi del trattamento?

Immediatamente dopo il trattamento, la pelle potrebbe arrossarsi per qualche ora/giorno. Non è raro che si verifichi un leggero gonfiore per qualche giorno o un formicolio/ipersensibilità al tatto per alcuni giorni/settimane seguenti al trattamento, ma si tratta di effetti leggeri e temporanei. E’ possibile riprendere immediatamente il lavoro e le normali attività quotidiane, truccare il viso, fare sport.

Che effetti collaterali possono verificarsi?

Effetti collaterali temporanei e rari possono includere ecchimosi, lividi o pomfi, che guariscono in alcune ore/giorni, o intorpidimento in un’area ristretta, che scompare in alcuni giorni/settimane.

Come con qualsiasi procedura medica, ci sono possibili rischi correlati al trattamento. C’è un rischio estremamente remoto di ustione che in alcuni casi potrebbe lasciare cicatrici (in entrambi i casi risponderanno a cure mediche), o di infiammazione temporanea del nervo, che regredisce nel giro di qualche settimana/mese.

In seguito al trattamento, potrebbe verificarsi una temporanea debolezza muscolare localizzata, dovuta ad una infiammazione dei nervi motori. Potrebbe anche verificarsi un temporaneo intorpidimento causato da un’infiammazione del nervo sensoriale.

Ci sono delle controindicazioni al trattamento?

Il trattamento non deve essere effettuato in aree cutanee affette da ferite, acne attiva, infezioni, in presenza di malattie del collagene, defibrillatori/pacemaker, gravidanza.

Che risultati si possono ottenere?

I risultati variano da paziente a paziente, sia in relazione alle condizioni di partenza (un maggior cedimento tissutale richiederà trattamenti più intensivi e numerosi), che in base all’età (col tempo si ha una minor capacità di produrre nuovo collagene), allo stile di vita (sbalzi ponderali, fumo, dieta disordinata, eccessiva esposizione ai raggi UV, inquinamento contribuiscono ad una minor produzione di collagene e in generale favoriscono l’ossidazione e il fotoinvecchiamento della pelle) e a fattori costituzionali che condizionano una maggiore o minore lassità cutanea e suscettibilità alla risposta ai trattamenti. Alla visita preliminare, il medico illustrerà caso per caso i verosimili risultati ottenibili (un trattamento HIFU non invasivo non è ovviamente destinato a produrre gli stessi risultati di una procedura chirurgica invasiva) e il numero di sedute previste. In genere si consiglia, a risultato ottenuto, una seduta di mantenimento a distanza di un anno.

La tecnologia HIFU è compatibile con altri trattamenti di Medicina Estetica?

HIFU è compatibile con altri trattamenti, anzi è spesso utilizzato in protocolli integrati volti al ringiovanimento del viso ed al contouring del corpo. Solo per alcuni trattamenti è necessario rispettare precise tempistiche che il medico saprà illustrare di volta in volta, programmando le diverse sedute necessarie (es. i filler e gli innesti adiposi possono riassorbirsi più velocemente con il calore prodotto dagli HIFU).

FR Clinic © 2019. All rights reserved.